Cos'è la domotica?

La domotica è quella disciplina che si occupa dello studio delle tecnologie volte a migliorare la qualità della vita nella casa e più in generale negli edifici.

La domotica è nata nel corso della terza rivoluzione industriale allo scopo di studiare, trovare strumenti e strategie per:

  • migliorare la qualità della vita;
  • migliorare la sicurezza
  • semplificare la progettazione, l’installazione, la manutenzione e l’utilizzo della tecnologia;
  • ridurre i costi di gestione;
  • convertire i vecchi ambienti e i vecchi impianti.

La domotica svolge un ruolo importantissimo nel rendere intelligenti apparecchiature, impianti e sistemi. Ad esempio un impianto elettrico intelligente può autoregolare l’accensione degli elettrodomestici per non superare la soglia che farebbe scattare il contatore. Con “casa intelligente” si indica un ambiente – opportunamente progettato e tecnologicamente attrezzato – il quale mette a disposizione dell’utente impianti che vanno oltre il “tradizionale”, dove apparecchiature e sistemi sono in grado di svolgere funzioni parzialmente autonome (secondo reazioni a parametri ambientali di natura fissa e prestabilita) o programmate dall’utente o, recentemente, completamente autonome (secondo reazioni a parametri ambientali dirette da programmi dinamici che cioè si creano o si migliorano in autoapprendimento). Ad un sesso superiore si parla di building automation o “automazione degli edifici”. L’edificio intelligente, con il supporto delle nuove tecnologie, permette la gestione coordinata, integrata e computerizzata degli impianti tecnologici (climatizzazione, distribuzione acqua, gas ed energia, impianti di sicurezza), delle reti informatiche e delle reti di comunicazione, allo scopo di migliorare la flessibilità di gestione, il comfort, la sicurezza e per migliorare la qualità dell’abitare e del lavorare all’interno degli edifici. È bene notare che la domotica non sempre consente di ottenere risparmi energetici in abitazioni private, anzi il consumo stesso del sistema domotico potrebbe aumentare il fabbisogno energetico dell’abitazione. Grazie alla domotica, potranno essere adoperati impianti di questo genere, in altri contesti quali: ospedali, case per persone disabili, oppure nelle aziende per gestire l’illuminazione notturna, supervisionare un impianto fotovoltaico, ecc…

Quali sono i vantaggi?

  • L’impianto è alimentato a 29V e quindi più sicuro per gli utenti eliminando il problema dei campi magnetici e dell’elettrosmog.
  • L’uso ridotto dei cavi si traduce in un risparmio economico
  • A parità di punti luce si moltiplicano le possibilità di comando e scenari possibili
  • L’impianto domotica ha la possibilità di dialogare con altri impianti come ad esempio l’antintrusione e il riscaldamento. Abitare una casa domotica significa rendere sicura e comoda la vita di chi ci vive ottimizzando I consumi energetici con controllo carichi e temporizzazioni evitando inutili sprechi.
  • L’integrazione dell’impianto elettrico con videosorveglianza, antintrusione, videocitofonia IP, sistemi audio-video multiroom permette la realizzazione di scenari automatici o con un semplice comando.
  • La casa può essere controllata con tablet, smartphone anche da remoto.
  • Un altro vantaggio dell’impianto domotico è la possibilità di ampliarlo e modificarlo senza eseguire opere murarie con tecnologia wireless o comandi senza ausilio di batteria